Close
IL BLOG DI BARBARA MARRAS

Focus e non Multitasking

Gestione del tempo, legge di Carlson e le 4 strategie.

Eccomi nuovamente a parlare della gestione del tempo.

Voglio poterti dare tutti gli strumenti utili per poter dedicare più tempo a te stessa ed alle persone a te care.

 

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Mi piacerebbe farti comprendere quanto una buona gestione del tuo tempo, possa veramente farti avanzare “del tempo” per fare ciò che desideri fare da molto.

Ti racconto la storia di Lucia e Francesca per farti comprendere meglio.

Lucia, mamma di tre bambine, lavora full time in un’azienda come impiegata, è rappresentante di classe e tre volte alla settimana va in palestra ad allenarsi.

E’ soddisfatta, gratificata e piena d’energia.

 

Francesca, mamma di un bambino di 7 anni, da quando ha partorito ha deciso di fare la mamma a tempo pieno: tra il calcio (accompagna suo figlio agli allenamenti), giochi a casa col bimbo, spesa, preparare da mangiare e pulizie è stanchissima. Si sente frustrata e continua a dire di non avere nemmeno cinque minuti da dedicare a sé stessa.

 

Adesso cosa c’è di simile tra le due donne?

Sono entrambe mamme.

Seguimi…

Facendo le sessioni con entrambe le donne vedo che Lucia (nome inventato) è super organizzata. Ha compreso che per dare gentilezza agli altri deve prima di tutto darla a se stessa, pianificando quindi il suo benessere fisico e psicologico tra le cose IMPORTANTI da fare, dedica tre ore alla settimana al Gym e anche se stanca, si sente rinascere ogni volta che termina gli allenamenti , si vede bene fisicamente e più leggera  mentalmente.

In agenda, essendo estremamente impegnata, si è pianificata tutto. Ogni giorno ha segnato le cose più importanti da fare e temporizzate. Non si fa distrarre da niente e da nessuno perché ha già l’agenda tutta organizzata (solo una volta terminato tutti gli impegni importanti, prende il telefonino per rispondere alle amiche).  A fine giornata torna a casa stanca ma soddisfatta e nutre un grande desiderio di poter stare con i propri figli in presenza, con il marito e con gli amici nei giorni festivi. Lucia è una donna realizzata.

 

Francesca (nome inventato) da quando ha deciso di fare la mamma a tempo pieno è invece sempre nell’urgenza, fa tutto all’ultimo momento nonostante non lavori al di fuori di casa sua, perché?

Facendo le sessioni con lei, è evidente il fatto che non si organizza la settimana e nemmeno la giornata, lascia tutto “appeso” nella sua mente e più cose subentrano più va in confusione. Inizia a fare una cosa, poi ne inizia un’altra, poi conclude quella iniziata precedentemente. E’ piena di distrazioni: social (non si è resa conto che dedicava circa 4 ore al giorno sui social, fino a quando  siamo andate a vedere nelle impostazioni del telefono…non ci credeva!!!!E’ rimasta scioccata!!!)

Dedicare 3 ore al giorno sui social (e non per lavoro) significa regalare a Mark Zuckerberg 21 ore alla settimana!!!!! Francesca mi diceva di non avere mai tempo per sé stessa…ha aperto gli occhi!!! Questa cara ragazza, non si rendeva minimamente conto, fino a quando abbiamo svuotato la mente ed iniziato a separare le cose più importanti da fare da quelle meno importanti.

Lavorare a casa, porta più facilmente distrazioni, ma è fondamentale pianificare ogni giorno le cose da fare, mettendolo per iscritto, ed una volta iniziato un lavoro portarlo a termine, senza iniziare 10 lavori contemporaneamente.

Ed ecco che entra in gioco la legge di Carlson che dice: “ svolgere un’attività in maniera continuativa, richiede meno tempo che suddividerla in più momenti”.

Carlson, psicoterapeuta statunitense, sottolinea il fatto di sforzarci di portare a termine ciò che iniziamo. Una pausa può essere utile per ricaricarci, 10 minuti, ma un rinvio per riprendere chissà quando, ci farà perdere molto tempo per rifocalizzarci.

 

Ecco le 4 strategie per poter sfruttare al meglio questa legge, essere più efficienti e fare avanzare il nostro prezioso tempo:

1). Eliminare o ridurre la probabilità di essere interrotti. Le interruzioni non sono sempre inaspettate: a volte abituiamo le persone in ufficio o a casa (amici, parenti) a chiederci qualsiasi cosa in qualsiasi momento della giornata. Oppure rispondiamo subito non appena riceviamo un’email o un messaggio. Alcuni nostri comportamenti possono quindi essere modificati per ridurre al minimo le distrazioni quando ci stiamo occupando di un’attività che richiede tempo e concentrazione.
2) • Programmare periodi di lavoro senza interruzioni. Come per un appuntamento importante, ci programmiamo dei tempi di lavoro di massimo 90 minuti – soglia massima di concentrazione di una persona – in cui non rispondiamo a e-mail, il nostro ufficio non è aperto se non per emergenze e non si risponde al telefono.
3) • Prevenire le interruzioni. A volte alcune attività devono essere svolte, ma possono essere previste. Se sappiamo che un membro del nostro team, o un parente, amico… ci verrà a parlare in giornata, fissiamo con lui subito un appuntamento, ad esempio, in modo che non arrivi da noi nel momento sbagliato.
4) • Organizzare la giornata a “gruppi omogenei” di attività. Pianificare la giornata in modo che attività simili o correlate vengano svolte insieme, per mantenere lo stesso livello di attenzione, utilizzare gli stessi strumenti e ragionamenti. In questo modo possiamo portare a compimento attività simili che costituiscono un flusso ininterrotto di concentrazione.

Se non riesci gestire bene il tuo tempo, fissa una mini coaching conoscitiva con me, cliccando il pulsante sottostante.

A presto!!!

Barbara

Richiedi una
coaching gratuita
online con me!

Scopri cosa significa intraprendere
un percorso di coaching evolutivo.

Riproduci video
Richiesta Coaching Gratuita

Inserisci la tua mail e invia la richiesta. Ti contatterò per fissare la tua coaching gratuita online!